Il futuro dei laboratori odontotecnici

Gestire la transizione: dal manuale al digitale

Nel nostro precedente articolo si parlava di come il passaggio dai metodi manuali a quelli digitali potesse rappresentare per i titolari di laboratori un passo importante per il futuro della propria attività. Gestire la transizione dal manuale al digitale può essere tuttavia difficile. Per una transizione di successo, i laboratori devono sapere cosa cercare in un nuovo sistema e devono considerare le prospettive future nel breve e nel lungo termine.

Selezionare il sistema CAD corretto

Integrazione dei flussi di lavoro

Un incremento significativo della produttività rappresenta uno dei vantaggi principali e uno dei fattori di successo dell'attività coadiuvata dall'introduzione di un sistema CAD/CAM. Le prestazioni globali del sistema dipenderanno dal modo in cui i singoli flussi di lavoro saranno collegati tra loro. Il sistema deve prevedere una gestione efficiente dei flussi di lavoro che consenta un controllo immediato e un'esecuzione trasparente di tutte le fasi: dalla gestione degli ordini, attraverso la scansione e la progettazione, fino all'invio degli ordini alla produzione.  Un sistema ben integrato con funzionalità strutturate di gestione dei flussi di lavoro consentirà un accesso e un utilizzo delle informazioni in qualsiasi fase, rendendo così le attività di laboratorio snelle e tempestive.

Indicazioni e strumenti di progettazione disponibili

Una considerazione importante da fare nel lungo termine riguarda la gamma di indicazioni dentali e di strumenti di progettazione disponibili. Sin dalla sua introduzione, la tecnologia CAD/CAM è andata molto al di là dei primi stadi di "sistemi di copia digitale" e oggi sono disponibili sul mercato soluzioni che possono gestire digitalmente un'ampia gamma di indicazioni dentali e di funzionalità relative ai servizi. I suddetti sistemi possono coprire e migliorare i modelli di business utilizzati da un laboratorio e, attraverso servizi e indicazioni aggiuntive, sono anche in grado di offrire nuove opportunità di sviluppo dell'attività. È altrettanto importante considerare la gamma disponibile di strumenti avanzati. Molti laboratori si rendono conto di "aver superato" in tempi brevi il proprio sistema CAD perché quest'ultimo supporta solo strumenti di base. Disporre di un sistema ricco dal punto di vista delle indicazioni e con un'ampia gamma di strumenti avanzati o, in alternativa, iniziare con un sistema di base che preveda opzioni di espansione e di aggiornamento facilmente attivabili, consentirà di aumentare il potenziale di crescita di un laboratorio e la sua capacità di competere sul mercato non solo oggi ma anche in futuro.

Opzioni di input e output

Un sistema CAD/CAM di laboratorio raramente funzionerà come entità isolata. Ottiene il proprio input iniziale da scansioni intraorali in studi dentistici, scanner da tavolo o anche da sistemi esterni, e poi il suo output viene inserito in qualsiasi tipo di macchina di produzione. Un laboratorio non deve sottovalutare la possibilità futura del proprio sistema di aprirsi a diverse fonti di input e output e la capacità di coprire tutte le fasi dei flussi di lavoro odontotecnici in modalità digitale. Il futuro degli studi dentistici è anch'esso nell'approccio digitale, per cui diventa estremamente importante interagire con i principali sistemi di acquisizione delle impronte digitali. Essere flessibili consentirà al laboratorio di lavorare con un maggior numero di dentisti, selezionare i materiali e macchine di produzione migliori per casi, modelli e protesi specifici. Tra i sistemi CAD/CAM figurano interfacce dedicate e ottimizzate per attrezzaturedi terze parti comunemente utilizzate.     

Come utilizzare al meglio il sistema CAD

Promuovere i cambiamenti digitali

Sono ancora molti i laboratori che acquistano un sistema CAD e lo usano sporadicamente o per indicazioni molto specifiche.   Nei loro investimenti digitali i laboratori devono scegliere un approccio complessivo e selezionare nei nuovi flussi di lavoro digitale il maggior numero di indicazioni e servizi possibile.  Questo rappresenta l'unico modo che un laboratorio ha di rimanere competitivo e di essere pronto per un mercato futuro in cui i laboratori completamente digitali avranno il sopravvento. Il passaggio da una gestione completamente manuale a una gestione totalmente digitale richiede un cambiamento di mentalità: percorrere solo metà strada significa semplicemente non riuscire a sfruttare i propri investimenti CAD/CAM.

Supporto e formazione: sfruttare le piene potenzialità del proprio sistema

L'adozione di metodi digitali senza il supporto di esperti può presentare delle difficoltà. Se i tecnici di laboratorio conoscono il nuovo sistema CAD avranno maggiori vantaggi. E questa affermazione è sempre più attuale perché l'odontoiatria digitale comprende un numero sempre maggiore di indicazioni. I laboratori dovrebbero pertanto accertarsi che i propri sistemi siano saldamente supportati da canali formativi esaustivi, come pacchetti di formazione, guide utente, supporto nelle lingue locali, webinar online, ecc... Senza questi mezzi a disposizione, un laboratorio può rischiare di investire in un sistema completo dal punto di vista funzionale ma che sfrutta solo la metà del proprio potenziale, considerato che molte delle opzioni redditizie di flusso di lavoro rimangono inesplorate e non utilizzate. È anche importante garantire tempi di operatività continuativi. Qualsiasi investimento CAD/CAM deve prevedere una struttura di supporto affidabile e semplice con servizi accessibili negli orari di lavoro locali e, preferibilmente, nella propria lingua.

Scegliere un partner per il futuro

Il settore dentale e le tecnologie CAD/CAM si evolvono in tempi rapidi e non tutti i fornitori di tecnologia esistenti saranno in grado di sopravvivere in un mercato altamente competitivo ed estremamente complesso. Negli ultimi anni, il settore ha registrato un decremento dei fornitori di tecnologia CAD e alcuni dei leader di questo mercato ritengono che a breve saranno solo 3 o 5 i protagonisti chiave dei sistemi CAD. Quale impatto avrà questa tendenza sui laboratori che oggi scelgono nuovi sistemi CAD? L'ultima cosa che un laboratorio desidera è rimanere con un sistema software CAD senza più supporto o aggiornamenti. I laboratori hanno bisogno di un fornitore che in futuro sarà presente sul mercato per migliorare e supportare i propri prodotti. I laboratori devono investire in un sistema di un fornitore con una posizione solida in termini di innovazione e capace di essere sempre all'avanguardia nel proprio settore. Il laboratorio deve anche considerare attentamente gli accordi per gli aggiornamenti delle versioni e le possibilità future di espansione.

Una lista di controllo: le 6 cose da non dimenticare nel passaggio al digitale

  1. Selezionare un sistema CAD con un alto livello di integrazione e gestione dei flussi di lavoro
  2. Individuare un sistema con un'ampia gamma di indicazioni e di strumenti di progettazione
  3. Ricordare l'importanza dell'apertura del sistema verso opzioni di input e output come i sistemi per l'acquisizione di impronte digitali, macchine e materiali di produzione
  4. Promuovere i cambiamenti digitali all'interno del proprio laboratorio
  5. Accertarsi dell'esistenza di un supporto, di una formazione, di materiali formativi e di documentazione continuativi nel tempo
  6. Investire in un sistema di un fornitore solido e con un futuro sicuro

Non perdere l'occasione di leggere il nostro primo articolo "Il futuro dei laboratori odontotecnici" сhe fa parte della seria "Contrastare le minacce per l'attività utilizzando tecnologie CAD/CAM"

Notizie