I motivi per cui il flusso di lavoro degli impianti deve essere digitale

Intervista con il Dr. Peter Hunt, titolare di Dental Implants Philadelphia

Eseguo impianti dal 1989, ma è solo negli ultimi otto o dieci anni che abbiamo assistito a questo straordinario passaggio al digitale.

L'idea che ora possiamo avvalerci del supporto fornito da sistemi radiografici 3D e i diversi modi di sovrapposizione dell'impianto al sito hanno dato un notevole contributo.

Per noi, il passaggio successivo è stato acquisire questi dati e trasformarli in un sistema di guida chirurgica.

La creazione di queste guide era estenuante. In passato dovevamo acquisire una scansione e valutare la situazione. Il flusso di lavoro implicava la creazione di un insieme di modelli complicato e di una guida radiografica, che successivamente diventava la guida chirurgica. Era davvero spossante. Era necessario da un mese a sei settimane, prima di poter lavorare sul caso.

La situazione è cambiata completamente negli ultimi cinque anni, perché ora siamo in grado di sovrapporre una scansione della bocca e unirla alle immagini in 3D. È stata una trasformazione. Ora, la procedura si riduce alla possibilità di realizzare una guida chirurgica in un giorno e mezzo circa.

Sono molti gli aspetti tecnici che hanno reso possibile tutto questo. Adesso abbiamo una stampante 3D Formlabs in ufficio. In questo modo possiamo creare un modello e la guida chirurgica. Possiamo posizionare gli anelli rapidamente e proseguire con il resto della procedura.

Circa tre anni fa, abbiamo iniziato a lavorare con 3Shape Implant Studio. Abbiamo lavorato con la prima versione e abbiamo potuto collaborare con 3Shape per contribuire all'avanzamento del processo per quanto riguarda lo sviluppo del software. Ora il flusso di lavoro è scorrevole e uniforme. È semplicemente sensazionale!

Credo che assisteremo presto a un altro progresso importante. Stiamo cercando di ottenere i nuovi , perché sono dell'opinione che rappresentino un progresso decisivo del design e della tecnologia degli scan body. Il flusso di lavoro sarà ancora più rapido e scorrevole.

In che modo la tecnologia digitale contribuisce al flusso di lavoro dei Suoi impianti?

Grazie a Implant Studio e alla scansione, l'intero processo sta diventando molto prevedibile. Permette di ottenere un flusso di lavoro molto più efficace, molto più prevedibile, più preciso, più sicuro e più comodo da utilizzare.

L'altro vantaggio è che permette di lavorare in laboratorio nello stesso momento. La corona provvisoria può essere pronta per l'uso in anticipo.

Tutti continuano a parlare dei casi di grande interesse, degli impianti di tipo "all-on-four", che sono speciali, ma l'aspetto principale è la persona che arriva con un dente rotto. Se una persona ha un dente rotto a livello della gengiva, si vuole essere in grado di sostituirlo il più rapidamente possibile. Con la nostra tecnologia, possiamo eseguire questa operazione in una giornata e mezzo e ciò costituisce una svolta eccezionale.

Ricostruzioni più veloci rappresentano una procedura migliore, poiché le strutture gengivali nella regione del dente non vanno perse ed è possibile preservare meglio il tessuto molle all'interno dell'osso.

Come metterebbe a confronto chirurgia guidata e intervento a mano libera?

Prima di tutto, dovremmo considerare l'aspetto legale. Negli ultimi anni, per le persone che applicano impianti è diventata prassi voler disporre di una scansione 3D per valutare la posizione dell'osso e la possibilità di collocarvi un impianto…

Quando si va in tribunale per un problema legato a un caso, la prima domanda dell'avvocato è: "Ha eseguito una scansione 3D della situazione?". Se si risponde di sì, questo è d'aiuto. L'ovvia continuazione della domanda è: "Bene, ha svolto la procedura con una guida?" Per molti dottori non è così.

Al momento, solo il 5% degli impianti viene posizionato con una guida chirurgica. Questa percentuale dovrebbe aumentare molto. Dal punto di vista medico e legale, non è possibile farsi valere se non si adotta un approccio chirurgico guidato o senza averlo almeno preso in considerazione per il caso in questione.

La chirurgia guidata risulta più prevedibile in una serie di modi. È più prevedibile in termini di posizionamento e di applicazione, cosicché si ottiene un'opzione estetica e di ripristino funzionale migliore. In termini di procedura chirurgica, semplifica il lavoro dell'operatore. Trasforma una procedura piuttosto complicata e quasi pericolosa in qualcosa di totalmente prevedibile.

Questo è positivo. Diventa routine, è più comoda e consente di trascorrere il tempo su altre questioni che miglioreranno il caso.

Per esempio, è possibile prendere in considerazione un intervento odontoiatrico protesico immediato, se l'impianto è sufficientemente stabile.

Senza dubbio, con protocolli di chirurgia guidata non si svolge l'intervento a mano libera. Non si fa affidamento sulla vista ad occhio nudo. Non ci si basa su determinate convinzioni relative a un sistema. La procedura viene elaborata in anticipo nel software di pianificazione.

Se tutto il processo viene svolto in modo sufficientemente accurato e preciso, si raggiunge l'obiettivo. Potrebbero verificarsi alcune variazioni, ma non dell'entità di quelle che derivano dal posizionamento di un impianto a mano libera.

In che modo 3Shape Implant Studio ha cambiato il Suo lavoro?

Implant Studio lo ha trasformato. Posso eseguire lavori migliori che mai. È più preciso. È più semplice. È più comodo, più sicuro e più rapido.

I pazienti lo notano e lo apprezzano.

Mentre mi avvicino alle fasi finali della mia carriera, software come Implant Studio mi consentono di rimanere all'avanguardia. Sotto questo aspetto, non sto per niente rallentando il passo.

Una caratteristica dei dentisti è che pensano di dover affrontare e svolgere ogni attività da sé.

Non è ciò che avviene nel mio studio. Nel nostro ufficio, le operazioni sono configurate in modo che essenzialmente tutte le procedure siano svolte da membri del team. Il nostro team è concepito per far sì che i suoi componenti siano responsabili di una gran parte del flusso di lavoro degli impianti. Assistenti e igienisti possono usare Implant Studio e altri strumenti per svolgere la pianificazione facilmente e agevolmente.

Abbiamo un ufficio di piccole dimensioni. Ho una poltrona odontoiatrica in ufficio, ma disponiamo di molti computer. Abbiamo un piccolo laboratorio. Possiamo gestire tutto questo senza intoppi.

L'approccio del team rende il lavoro molto meno stressante e molto più prevedibile, così possiamo dedicarci a casi più interessanti e complicati senza troppa pressione.

Al Suo personale piace lavorare con lo scanner intraorale 3Shape TRIOS?

Il team adora lavorare con 3Shape TRIOS. La reazione dopo aver superato la curva di apprendimento è entusiasmante. Ora è diventato molto semplice ed è grazie a questo che ci siamo occupati del caso del paradenti dei Philadelphia Eagles. L'intera sessione ha richiesto circa dieci minuti per la scansione e la spedizione ad Albuquerque per la produzione.

In che modo il passaggio al digitale ha aiutato ad espandere la Sua attività?

I pazienti percepiscono la transizione e il progresso molto facilmente. Così tanto che la procedura analogica tradizionale è scomparsa. Oggigiorno è molto raro per noi realizzare un'impronta. Il digitale è semplicemente molto più scorrevole, più rapido e più prevedibile.

Per esempio, durante la preparazione di una corona eravamo soliti dedicare molto tempo alla regolazione, al momento del suo inserimento. Per questo era utile disporre di un tecnico in loco che fosse pronto ad aggiungere porcellana o quant'altro. Oggi la precisione del lavoro a cui ci dedichiamo è decisamente maggiore. L'adattamento è incredibile rispetto ai metodi tradizionali adottati in passato.

Ciò significa che possiamo ridurre notevolmente i tempo di inserimento, è molto più prevedibile. Ha trasformato l'intera procedura.

I pazienti lo notano subito. Si emozionano quando vedono le scansioni. Per loro è rivoluzionario e lo capiscono!

Dr. Peter Hunt, owner Dental Implants Philadelphia

Dr Hunt is a fourth-generation dentist trained originally in Great Britain at Guy’s Hospital Dental School in the University of London. After graduation he spent a year in residencies in Maxillo-Facial surgery before obtaining a Master’s in Advanced Restorative Dentistry at the Eastman Dental Center in London. He then received the first Annenberg Fellowship  to the University of Pennsylvania where he obtained Specialty certificates in Periodontics and Periodontal Prosthesis.

Besides being in private practice he has always taught dentistry, first at Penn, where he was Director of Continuing Education and later Clinical Professor of Periodontics. Later, he was Professor of Restorative Dentistry, Post-Graduate Director and Director of Periodontal Prosthesis and Implant Dentistry at Nova Southeastern University in Fort Lauderdale. He has provided and participated in many continuing education programs in the US and overseas.

Dr Hunt has been placing and restoring dental implants for over thirty years. His practice in recent years has become more and more centered around implant and dental rehabilitation. Peter is the Publisher and Editor of ImplantsConnect.com, a website devoted to Implantology : Regeneration : Technology : Rehabilitation.

Notizie
divider