I miei primi 100 giorni con TRIOS

Intervista al Dott.ssa Wendy AuClair Clark, DDS, MS

Interviewimgjpg

Sia che si tratti dello smartphone più in voga sul mercato o di un prodotto più grande, molti possessori di nuove tecnologie iniziano ad analizzare criticamente il dispositivo appena acquistato. I medici che utilizzano per la prima volta la soluzione per l'acquisizione di impronte digitali TRIOS non rappresentano un'eccezione. Alcuni ritengono che i primi 100 giorni siano il periodo perfetto per valutare un prodotto sofisticato. In questo lasso di tempo non si dimentica la fase di apprendimento ma 100 giorni non sono sufficienti per formulare un'opinione valida sulla funzionalità, sulla facilità d'uso e sui risultati. Il parere di un utente che utilizza il prodotto per 100 giorni è sempre importante. – Abbiamo pertanto raccolto le opinioni di una cliente che ha utilizzato TRIOS –.

La Dott.ssa Wendy AuClair Clark è un'esperta in prostodonzia presso il Goldstein, Garber & Salama, ad Atlanta, GA. Questa struttura, talvolta meglio conosciuta come “Team Atlanta Esthetic Dentistry”, rappresenta un leader nel design del sorriso da oltre 30 anni. Nel decidere di implementare 3Shape TRIOS nella struttura, la Dott.ssa Clark si è mostrata molto entusiasta di utilizzare un nuovo scanner intraorale. In passato la Dott.ssa aveva impiegato altri scanner per l'acquisizione di impronte digitali ed era curiosa di scoprire le differenze di TRIOS e – se lo avrebbe utilizzato.

Com'è stata la sua esperienza iniziale con la soluzione 3Shape TRIOS?

Sia l'impostazione che la formazione sul prodotto hanno rappresentato un processo semplice e rapido. Il responsabile esperto del sistema ci ha illustrato come utilizzare il prodotto. Ha eseguito personalmente l'installazione il primo giorno, impostando quindi il prodotto con la nostra rete e configurando la connessione con i nostri laboratori. Il secondo giorno è stato dedicato alla formazione. Abbiamo utilizzato TRIOS –, soffermandoci su aspetti quali l'interfaccia, l'accensione, l'aggiunta di utenti, la verifica dei casi e i metodi di scansione. Ci siamo incontrati un mese dopo, con risultati eccellenti.

Le piace utilizzare TRIOS?

In passato avevo utilizzato altri scanner ma utilizzare TRIOS è stata un'esperienza interessante. Trovo molto utili la scansione continua e la semplicità di fare clic su un pulsante per avviare la scansione, rendendo il processo più rapido. Apprezzo inoltre che i colori delle scansioni siano estremamente naturali e che la punta sia riscaldata. Ciò mi consente di non dover introdurre molta aria nella bocca del paziente, aspetto fondamentale nei casi dei pazienti sensibili. Ho in cura da diversi anni un paziente terrorizzato dal rilevamento tradizionale delle impronte a causa del riflesso faringeo. In passato ho riscontrato qualche difficoltà con questo paziente anche con altri tipi di scanner, poiché non potevo interrompere la scansione. Con TRIOS invece è possibile interrompere la scansione, permettere al paziente di rilassarsi, quindi iniziare nuovamente la scansione quando è pronto. Il paziente è davvero entusiasta di TRIOS.

La sua esperienza medico-paziente è cambiata da quando utilizza TRIOS?

I pazienti sono rimasti molti contenti e hanno apprezzato l'utilizzo di una nuova tecnologia nella nostra struttura. Hanno gradito anche la possibilità di poter vedere le immagini dalla scansione. Infine, posso collegare la soluzione TRIOS a un iPad e utilizzarlo per illustrare la situazione al paziente.

La comunicazione tra Lei e il laboratorio è migliorata?

Riesco a comunicare meglio con il laboratorio e a seguire i casi con maggiore rapidità, riducendo in questo modo il tempo totale per i trattamenti. Trovo estremamente utile poter comunicare con il laboratorio quando si verificano problemi di lettura della linea di margine. Sono stata in grado di ripristinare facilmente la linea di margine e la corona è tornata alla forma perfetta. Questa opzione non era disponibile negli scanner che usavo in precedenza.

Per quali casi utilizza principalmente TRIOS?

All'inizio lo utilizzavo principalmente per le corone, incluse quelle trattenute da vite. Ora invece lo utilizzo principalmente per impianti (abutment fresati). Poter utilizzare lo stesso flusso di lavoro per la scansione ha consentito una semplice transizione all'implantologia..

Notizie